costruzioni in legno

Architettura in legno: l’aeroporto di Jackson Hole

Oggi per la nostra rubrica “Architettura in legno”, vi parliamo dell’aeroporto di Jackson Hole, in Wyoming che, dopo l’intervento di ristrutturazione e ampliamento guidato dallo studio di architettura Gensler, è diventato un gioiello dell’architettura sostenibile.

Jackson-Hole-architettura-in-legno

L’aeroporto si trova all’interno del Parco Nazionale del Grand Teton ed è la prima ed ultima cosa che incontrano i visitatori che si recano al Grand Teton o allo Yellowstone National Park.
L’idea dello studio è stata, quindi, quella di renderlo un ottimo biglietto da visita che permetta al visitatore di immergersi già da subito nell’atmosfera del luogo.

Il Wyoming è una regione che va molto fiera delle sue bellezze naturalistiche e avere un aeroporto la cui architettura si discosti totalmente da quella fredda e lineare tipica degli aeroporti urbani, è un ulteriore punto di forza e di vanto.

jackson-hole-airport-wyoming

Per realizzarlo sono stati utilizzati materiali naturali e locali, come i pilastri in legno di douglas e le travi lamellari di abete che sostengono la copertura, il tutto certificato FSC (se non sapete cos’è la certificazione FSC, vi lasciamo a fondo pagina il link all’articolo dedicato).
Sono state, inoltre, create grandi vetrate che oltre a inondare di luce naturale l’aeroporto, permettono anche un collegamento diretto tra l’interno e la natura circostante.

jackson-hole-airport-douglas

La sala d’attesa con il grande camino centrale, i quadri alle pareti e i divanetti in pelle allontanano il Jackson Hole Airport ancora di più dal classico stereotipo di aeroporto e lo fanno assomigliare più a una delle baite o chalet delle vicine località sciistiche.

gensler-jackson-hole-airport-interni

L’accurata scelta dei materiali, la fusione con la natura circostante e gli interventi adottati per ridurre al minimo l’impatto ambientale, non solo hanno portato alla certificazione LEED Silver, ma hanno anche eletto il Jackson Hole Airport vincitore, nel 2014, del AIA Honor Award.

 

Photo credit: Matthew Millman; Tom Griffith e http://www.gensler.com

 

Link che potrebbero interessarvi:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.