Materiali

La copertura dei pergolati

Le soluzioni per coprire un pergolato sono moltissime, si va dai teli al legno, dal policarbonato ai coppi.
Noi, come azienda, offriamo diverse soluzioni in grado di soddisfare anche gusti ed esigenze molto differenti tra loro.
Vediamole assieme.

PERLINATO + GUAINA
E’ la soluzione più classica quando si parla di coperture. Elegante e robusta si adatta ad ogni situazione.perlinato
Il perlinato di abete di cui disponiamo, ha uno spessore di 20mm ed è di I^ scelta, quindi con nodi legati e un aspetto rifinito. Essendo molto chiaro, può essere poi impregnato in qualsiasi colore.
La guaina, rossa o verde, completa poi la copertura, proteggendo il perlinato dagli agenti atmosferici.
In alternativa alla guaina, c’è la tegola canadese, ancora più elegante ma che necessità di una pendenza minima del 10%.

OSB3 + GUAINA
L’ OSB ha la stessa resistenza e robustezza del perlinato, ma un aspetto più moderno ed attuale.OSB3
L’ OSB è un pannello composto da scaglie in legno incollate tra loro con colle prive di formaldeide. Il numero 3 che caratterizza il nostro OSB, sta ad indicare che le colle di cui è composto sono resistenti all’acqua e all’umidità. Si tratta quindi di un materiale ideale per l’esterno (per approfondimenti, leggi qui).
Anche in questo caso, però, si consiglia di coprirlo con una guaina o con la tegola canadese, in modo da rifinire totalmente la vostra pergola.

LAMIERA IN FINTO COPPOlamiera in finto coppo
E’ la più attuale tra le diverse tipologie di copertura. Durevole, resistente, non richiede nessun tipo di manutenzione. Elegante, si sposa bene con ogni contesto nella quale viene inserita.
L’unica avvertenza che ci sentiamo di dare è che, in caso di pioggia, potrebbe diventare un po’ rumorosa.

POLICARBONATO
E’ la soluzione ideale nel caso in cui vogliate una copertura che non vi faccia ombra, bensì lasci filtrare la luce.policarbonato alveolare
Pur disponendo anche del policarbonato alveolare (in 3 diverse colorazioni), noi normalmente suggeriamo di utilizzare quello compatto da 3/4mm.
Anche se molto sottile è molto resistente e non ha problemi in caso di grandine, a differenza di quello alveolare al quale potrebbe rompersi il primo strato, permettendo poi a foglie, polvere e sporcizia varia di infiltrarsi tra i 4 strati di cui è composto e dare così alla vostra copertura un aspetto trasandato e sporco.
Per avere maggiori dettagli sui diversi tipi di policarbonato, leggi qui.

Più volte abbiamo detto che è possibile scegliere tra guaina e tegola canadese. Per capire quale meglio si adatta alle vostre esigenze, suggeriamo di leggere qui.

Se, invece, volete conoscere i prezzi delle nostre coperture, cliccate qui.

4 thoughts on “La copertura dei pergolati

  1. Pingback: Perlinato: abete vs larice | Cossio Attilio srl

  2. Pingback: Come costruire una pergola: indicazioni preliminari | Cossio Attilio srl

    • Buongiorno,
      il perlinato è troppo sottile per permettere il corretto fissaggio della lamiera in finto coppo.
      É necessario disporre sopra al perlinato dei moraletti di almeno 4 cm di spessore, con un interasse di circa 60 cm.
      La lamiera in finto coppo, almeno quella trattata da noi, viene fornita con già incluse delle apposite viti per il fissaggio.
      Restiamo a disposizione per eventuali chiarimenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.